Il torrente Thiruvallom ripulito mediante speciali pompe


Pompare acqua in un fiume per disinquinarlo, succede in India

La galoppante economia indiana spesso non guarda in faccia all’ambiente quando si tratta dello sviluppo di attività produttive e industriali. Il risultato è spesso l’inquinamento delle matrici ambientali, cosa che ad esempio è successa lungo il torrente Thiruvallom situato nello stato sudoccidentale del Kerala.


Contaminato da sostanze tossiche e pericolose sia per la salute umana che per l’ambiente, il corso d’acqua era in condizioni tali da richiedere un immediato intervento di disinquinamento ed è proprio con questo obiettivo che le autorità locali hanno deciso di mettere in pratica un innovativo piano di azione.


Si tratta di pompare le acque non inquinate del vicino fiume Karamana all’interno del Thiruvallom, al cui interno è stato creato un bacino mediante uno sbarramento artificiale del corso d’acqua. Qui verranno pompate le risorse idriche “pulite”, creando così un reservoir che tra l’altro potrà essere impiegato anche per i tradizionali rituali religiosi.


Aprendo periodicamente le paratie dell’invaso, i fanghi inquinati del Thiruvallom verranno portati via dal defluire turbolento delle acque; mediante una serie di cicli di apertura e chiusura si otterrà, nel lungo periodo, il disinquinamento del torrente.


Fondamentali per il successo del progetto saranno le potenti pompe che continueranno a riempire l’invaso artificiale di acque pulite: una dimostrazione di come i sistemi di pompaggio possano svolgere un ruolo cruciale non solo a livello di approvvigionamento idrico, ma anche al servizio delle tecnologie di disinquinamento.

INFORMAZIONI E PREVENTIVI
oppure
+39 0522 626636