Con adeguati apporti idrici è possibile incrementare le rese


Pompe per l'irrigazione sempre più strategiche per l'agricoltura

Grazie ai progressi medici e tecnologici degli ultimi decenni, la popolazione mondiale sta aumentando a ritmo vertiginoso: dal 2012 abbiamo superato la soglia di sette miliardi di persone, ed entro il 2050 potremmo arrivare ad essere undici miliardi.

Gli abitanti del pianeta crescono dunque in modo inarrestabile, ma le terre emerse coltivate (o coltivabili) hanno dimensioni finite: pertanto, per poter dare da mangiare a tutti, è necessario razionalizzare l’agricoltura al fine di incrementarne le rese.

Uno studio condotto recentemente dall’International Food Policy Research Institute (IFPRI) ha scoperto che, per raggiungere questo obiettivo, non si può prescindere dall’irrigazione. Secondo le stime degli esperti, irrigando in modo ottimale i terreni agricoli si potrebbe determinare un aumento delle rese del mais del +67% proprio entro il 2050. In più, le varietà di frumento più resistenti al calore possono produrre dal 7 al 23% in più se viene fornito loro un adeguato apporto idrico.

Poiché l’acqua non sempre è disponibile in superficie, in molti casi si rende necessaria l’adozione di sistemi di estrazione dal sottosuolo che, come le pompe per l’agricoltura della Pompe Zanni, assicurano elevate performance e una lunga durata nel tempo. Nell’ampio catalogo Pompe Zanni troviamo pompe centrifughe ad asse verticale, elettropompe sommerse, pompe centrifughe multistadio orizzontali e tanti altri sistemi evoluti disponibili per tutte le esigenze.

Questi prodotti sono oggi conosciuti ed apprezzati non solo in Italia ma anche a livello internazionale, come dimostrano le collaborazioni con aziende di Regno Unito, Spagna, Egitto, Arabia Saudita, Giordania e Libia che hanno scelto proprio i sistemi Pompe Zanni per il loro approvvigionamento idrico.

INFORMAZIONI E PREVENTIVI
oppure
+39 0522 626636